Campo- famiglie 2017

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Campo- famiglie 2017

Messaggio  federico.meneghello il Mar 19 Set - 8:07


Sottocastello di Pieve di Cadore 27.08 -01.09
La mia sordità! Che brutto essere sordi – dirai tu che leggi. Invece può essere un vantaggio …
I ragazzi che partecipavano al campo-famiglie hanno fatto un gioco che consisteva nel lasciarsi condurre ad occhi bendati da un altro amico, fidandosi di lui; può essere un vantaggio anche il non vedere.
Ecco allora il motivo del nostro trovarci insieme quest’anno:
“IO MI FIDO DI TE”
Questa scritta campeggiava sul frontale della casa che ci ha accolto. La sordità mi ha aiutato proprio a fidarmi di un’altra persona alla quale ho chiesto di ripetermi da vicino le decisioni più importanti. Ma mi sono fidato anche del gruppo di persone che si sono riunite per stabilire il programma: di solito il sacerdote partecipa in prima persona per impostarlo e la sua opinione ha un peso determinante; invece il tema è stato scelto dai partecipanti stessi traendo spunto dalla canzone di Jovannotti, ed è stato indovinato - o meglio diremmo – è stato ispirato …
‘ Io mi fido di te ’ : lo abbiamo approfondito prima dal punto di vista psicologico compilando un test con punteggio personale, partendo dal fidarsi di se stessi e poi in relazione con gli altri. Abbiamo letto il racconto di un falco che non sapeva di avere le ali e se ne stava appollaiato su un ramo aspettando che gli portassero il cibo; i tentativi per smuoverlo erano inutili fin che non si è pensato di tagliare il ramo: il falco spiegò le ali e cominciò a volare. Così può succedere a chi è convinto di non essere capace perché troppo protetto o timido: tolta la sicurezza e la protezione, sbocciano le qualità e la persona stimando se stessa si inserisce con fiducia nel gruppo e nella società. Ne hanno fatto esperienza alcuni giovani che non erano ancora inseriti e invece hanno trovato spazio per manifestarsi.
Fidarsi di Dio è su questa linea: non c’è amore se non c’è fiducia reciproca e Dio ci ama fidandosi di noi e noi ci affidiamo al suo amore; nel tempo di preghiera del mattino e durante la S. Messa quotidiana abbiamo fatto qualche passo in più verso di Lui. Due coppie di coniugi ci hanno aiutato ad approfondire dal vivo portando il loro vissuto.
Abbiamo goduto durante i cinque giorni dello splendore della natura in modo particolare passeggiando ai piedi delle Tofane, contemplando in una giornata limpidissima lo scenario meraviglioso dei monti dal Passo Giau, percorrendo la strada che costeggia il lago Centro di Cadore e salendo alle sorgenti di Làgole. Abbiamo visitato l’Osservatorio e veduto il sole con due macchie solari. Nel ritorno la pioggia ci ha accompagnato, ma ci siamo dati appuntamento alla sagra di S.Egidio a Pegolotte alla cena delle famiglie per l’ultimo caloroso saluto.


avatar
federico.meneghello
Admin
Admin

Messaggi : 127
Data d'iscrizione : 10.02.12
Età : 59
Località : piove di sacco

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum