“La pietra rotola”

Andare in basso

“La pietra rotola”

Messaggio  federico.meneghello il Gio 1 Mar - 7:04

“La pietra rotola”
Quel lento, inesorabile rotolare della grande pietra circolare all’entrata del sepolcro (Marco 16, 2-4) mi ricorda un canto pasquale dove proprio quella frase inserita e musicata ”la pietra rotola” si carica in me di significato. Qual è la pietra del mio, del nostro sepolcro che può rotolare ed aprire ad una Vita più libera, responsabile nella gioia?
Un po’ frettolosamente potrei dire la pietra del nostro egoismo, del nostro narcisismo, della nostra onnipotenza che si crede migliore…Ma quella pietra sono anche le nostre ferite che segnano l’esistenza della nostra persona, gli ostacoli dei nostri atteggiamenti poco costruttivi, di sfiducia, paure più o meno consapevoli e non chiarite. Quella pietra pesante è tutto ciò che frena ed intralcia il cammino di ricerca della propria personalità, della propria identità nel rispetto di se stessi e dell’altro; di quella Vita che può palpitare consapevolmente ogni giorno, nella quotidianità perché sente di essere “investita” dallo slancio, dallo straordinario soffio di Gesù Cristo risorto per ognuno di noi.
Per fare rotolare quella pietra non è necessaria la dura forza di volontà, ma la mitezza, l’adattamento, la fiducia, l’amorevolezza pacificata e lucida verso se stessi, gli altri, verso Dio; un amore grande che non vuole possedere ma semplicemente essere, vivere nella responsabilità e bellezza della propria Vita, tenuta nell’Amore del Padre.
Pasqua 2018 Susanna Zancanaro
avatar
federico.meneghello
Admin
Admin

Messaggi : 195
Data d'iscrizione : 10.02.12
Età : 60
Località : piove di sacco

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LA PIETRA ROTOLA

Messaggio  don.battista il Dom 4 Mar - 23:07

federico.meneghello ha scritto:“La pietra rotola”
Quel lento, inesorabile rotolare della grande pietra circolare all’entrata del sepolcro (Marco 16, 2-4) mi ricorda un canto pasquale dove proprio quella frase inserita e musicata ”la pietra rotola” si carica in me di significato. Qual è la pietra del mio, del nostro sepolcro che può rotolare ed aprire ad una Vita più libera, responsabile nella gioia?
Un po’ frettolosamente potrei dire la pietra del nostro egoismo, del nostro narcisismo, della nostra onnipotenza che si crede migliore…Ma quella pietra sono anche le nostre ferite che segnano l’esistenza della nostra persona, gli ostacoli dei nostri atteggiamenti poco costruttivi, di sfiducia, paure più o meno consapevoli e non chiarite. Quella pietra pesante è tutto ciò che frena ed intralcia il cammino di ricerca della propria personalità, della propria identità nel rispetto di se stessi e dell’altro; di quella Vita che può palpitare consapevolmente ogni giorno, nella quotidianità perché sente di essere “investita” dallo slancio, dallo straordinario soffio di Gesù Cristo risorto per ognuno di noi.
Per fare rotolare quella pietra non è necessaria la dura forza di volontà, ma la mitezza, l’adattamento, la fiducia, l’amorevolezza pacificata e lucida verso se stessi, gli altri, verso Dio; un amore grande che non vuole possedere ma semplicemente essere, vivere nella responsabilità e bellezza della propria Vita, tenuta nell’Amore del Padre.
Pasqua 2018 Susanna Zancanaro
------------------------------------------NIENTE DA DIRE COME CONTENUTO , COME CHIAREZZA E ORTOGRAFIA, MA E' UN EDITORIALE, un ARTICOLO DI FONDO !!! Una volta tanto può andare in prima pagina un altro editorialista. Però non è male ricordare alla Sig.ra Zancanaro di stare alle disposizioni della redazione.

don.battista

Messaggi : 569
Data d'iscrizione : 08.02.12
Età : 78
Località : Madonna delle grazie - Piove di sacco PD

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum